Turismo in Campania, sarà salvato con google?


l’assessore regionale della campania VelardiOrmai con un mercato del turismo regionale che registra per i primi appuntamenti primaverili il -20% , l’assessore regionale della campania Velardi avanza proposte quasi rivoluzionarie iniziando dagli scavi di Pompei:
«A Pompei bisogna introdurre il numero chiuso e fissare un tetto di visitatori per offrire servizi adeguati. Se si fa questo sarà più facile portare gli imprenditori dentro gli scavi, produrre soldi e eventi senza essere impalati dai soliti benpensanti. Non c’è nulla di scandaloso in questo, si fa così al Moma, al Prado, al Louvre. Fendi ha perfino fittato la muraglia cinese per organizzare la più spettacolare sfilata di moda pagando una somma sbalorditiva al governo di Pechino che l’ha intascata senza storcere il muso. Da noi ti mandano al confino se solo le pensi queste cose, e così assistiamo all’assurdo che il suo film su Pompei Roman Polanski lo gira in Spagna. Perché farebbe venire l’orticaria un set negli scavi bene organizzato e non invasivo?»

l’intervista completa a cura di Carlo Franco su corrieredelmezzogiorno.corriere.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.